Seguici:

BC35. Il mondo della radiobiologia: interazione tra radiazioni e cellule

Malattie: dalla biologia alla clinica   

Introduzione:

La radiobiologia è la disciplina, strettamente legata alla biologia e alla fisica, che studia gli effetti delle radiazioni ionizzanti sulla materia vivente ed i meccanismi attraverso i quali si esplicano tali effetti. In particolare, l’interazione tra radiazioni e sistemi biologici può causare, a livello cellulare, diversi tipi di danno (tra cui, il più studiato, è il danno al DNA) e l’alterazione indotta a livello metabolico. Questi studi risultano fondamentali soprattutto per le loro applicazioni in campo medico, grazie alla trasferibilità dei risultati di laboratorio alla clinica. Infatti, la comprensione degli effetti biologici nel tessuto tumorale e sano, anche a livello del metabolismo cellulare, può essere sfruttata nella lotta contro i tumori. Il percorso permetterà agli studenti di comprendere in modo semplice e interattivo l’importanza degli studi di radiobiologia e di come questi studi di ricerca di base siano fondamentali per lo sviluppo e la validazione di tecnologie innovative che fanno uso di radiazioni. Verranno forniti gli elementi di base per comprendere la terminologia, la definizione delle grandezze fisiche e le unità di misura utilizzate in radiobiologia. Verranno mostrate le diverse modalità con le quali le cellule vengono esposte alle radiazioni e le tecniche impiegate per studiare gli effetti biologici radio-indotti.

In pratica:

Verranno effettuati esperimenti che comprendono l’irraggiamento in vitro di cellule e loro processamento. Allestimento di vetrini per l’osservazione al microscopio a fluorescenza del danno radio-indotto ed analisi dei risultati. Preparazione di campioni per lo studio tramite spettroscopia di risonanza magnetica e analisi dei relativi spettri. Verrà elaborata una relazione riassuntiva finale per la presentazione dei risultati ottenuti.

Competenze acquisite:

Capacità di conoscere e utilizzare il linguaggio scientifico; interpretare correttamente l’informazione acquisita per comunicarla in modo chiaro ed efficace; collaborare alla progettazione sperimentale e all’analisi dei dati applicando il metodo scientifico galileiano e l’approccio statistico (se utilizzato); agire in modo autonomo e responsabile; risolvere problemi; individuare collegamenti e relazioni; utilizzare gli strumenti informatici (se presenti).

Tutor referente:

Valentina Dini

Torna all'inizio dei contenuti