Seguici:

BC21. Vaccini e malattie prevenibili da vaccinazione

Malattie: dalla biologia alla clinica   

Introduzione:

Il vaccino è un preparato che viene somministrato per garantire l’immunità da una specifica malattia. L’effetto immunizzante viene ottenuto iniettando tipicamente un preparato biologico costituito da forme indebolite o uccise del microrganismo che causa la malattia, dalle sue tossine o da una delle proteine che lo costituiscono. In questo modo nel soggetto ricevente viene stimolata la produzione di anticorpi contro una determinata malattia. Le procedure di vaccinazione hanno permesso di sconfiggere patologie gravissime (come ad esempio il vaiolo) e salvano ancora oggi milioni di persone, prevenendo il contagio e la diffusione di malattie come la poliomelite, la difterite o il tetano. I sistemi di sorveglianza permettono un attento monitoraggio del numero dei casi di ogni malattia prevenibile da vaccino e le caratteristiche microbiologiche principali dei patogeni responsabili.
Attraverso la partecipazione a questo percorso gli studenti comprenderanno cosa sono i vaccini, come funzionano e come vengono prodotti, quali sono i principali tipi di vaccini disponibili in commercio e l’importanza della vaccinazione per la salute pubblica. Inoltre verranno illustrati i passaggi principali necessari per il rilascio in commercio di un lotto di vaccino (qualità, sicurezza/innocuità, efficacia).

In pratica:

Gli studenti parteciperanno ad attività pratiche di laboratorio. Applicando tecniche di biologia cellulare e molecolare, di microscopia e tecniche immunologiche impareranno come si coltivano batteri e virus, come si distinguono ceppi di batteri diversi (riconoscimento al microscopio, estrazione di acidi nucleici, PCR) e svolgeranno analisi mirate a valutare la quantità di anticorpi specifici presenti nel siero per effettuare una diagnosi o per verificare l’effetto di una vaccinazione. Si procederà quindi all’analisi dei dati ottenuti e alla presentazione grafica dei risultati finali.

Competenze acquisite:

Capacità di conoscere e utilizzare il linguaggio scientifico; interpretare correttamente l’informazione acquisita per comunicarla in modo chiaro ed efficace; collaborare alla progettazione sperimentale e all’analisi dei dati applicando il metodo scientifico galileiano e l’approccio statistico (se utilizzato); agire in modo autonomo e responsabile; risolvere problemi; individuare collegamenti e relazioni; utilizzare gli strumenti informatici (se presenti).

Tutor referente:

Paola Stefanelli

Torna all'inizio dei contenuti